Change search
CiteExportLink to record
Permanent link

Direct link
Cite
Citation style
  • apa
  • ieee
  • modern-language-association-8th-edition
  • vancouver
  • Other style
More styles
Language
  • de-DE
  • en-GB
  • en-US
  • fi-FI
  • nn-NO
  • nn-NB
  • sv-SE
  • Other locale
More languages
Output format
  • html
  • text
  • asciidoc
  • rtf
Flessibilità organizzativa e lavori atipici
Stockholm University, Faculty of Social Sciences, Department of Psychology, Work and organizational psychology.
2019 (Italian)In: Introduzione alla psicologia delle organizzazioni: Una prospettiva internazionale / [ed] Nik Chmiel, Franco Fraccaroli, Magnus Sverke, Bologna: Societa Editrice Il Mulino, 2019, p. 285-303Chapter in book (Refereed)
Abstract [it]

In questo capitolo vedremo che cosa significa avere un lavoro atipico, cioè un lavoro che si discosta dai tradizionali impieghi a tempo pieno e indeterminato. I lavori atipici sono utilizzati frequentemente dalle odierne organizzazioni e spesso sono calibrati sulle necessità organizzative. Si è perciò sviluppata un’ampia varietà di fattispecie contrattuali, il che significa che le condizioni di assunzione e di lavoro e le loro conseguenze per l’individuo e per l’organizzazione possono variare considerevolmente. Il capitolo presenta anzitutto una tipologia dei contratti atipici utilizzati più spesso e considera fino a che punto siano tra loro comparabili al variare delle legislazioni nazionali sulla tutela occupazionale e dei mercati nazionali del lavoro. Il capitolo mostra inoltre che il significato che questi impieghi atipici assumono per i lavoratori varia secondo a) le strutture organizzative e del mercato del lavoro che determinano le condizioni lavorative in relazione ai diversi contratti, e b) la prospettiva individuale, che dipende dalle motivazioni e dalle percezioni individuali riguardo al rapporto di lavoro. Questi fattori strutturali e queste percezioni individuali possono ben spiegare la varietà di conseguenze, positive e negative, del lavoro atipico, che sono discusse in questo capitolo in termini di atteggiamenti lavorativi, comportamento organizzativo, salute e benessere individuali e sviluppo professionale.

Place, publisher, year, edition, pages
Bologna: Societa Editrice Il Mulino, 2019. p. 285-303
National Category
Psychology
Research subject
Psychology
Identifiers
URN: urn:nbn:se:su:diva-178083ISBN: 978-88-15-28470-9 (print)OAI: oai:DiVA.org:su-178083DiVA, id: diva2:1386545
Available from: 2020-01-17 Created: 2020-01-17 Last updated: 2020-01-20Bibliographically approved

Open Access in DiVA

No full text in DiVA

Search in DiVA

By author/editor
Bernhard-Oettel, Claudia
By organisation
Work and organizational psychology
Psychology

Search outside of DiVA

GoogleGoogle Scholar

isbn
urn-nbn

Altmetric score

isbn
urn-nbn
Total: 39 hits
CiteExportLink to record
Permanent link

Direct link
Cite
Citation style
  • apa
  • ieee
  • modern-language-association-8th-edition
  • vancouver
  • Other style
More styles
Language
  • de-DE
  • en-GB
  • en-US
  • fi-FI
  • nn-NO
  • nn-NB
  • sv-SE
  • Other locale
More languages
Output format
  • html
  • text
  • asciidoc
  • rtf